Rubriche: NEWS

HOME > NEWS > Agevolazioni fiscali per chi decide di ristrutturare casa nel 2018

1521828499_bonus_ristrutturazioni2.jpg

Anche per il 2018 sono confermati i bonus per chi effettua lavori di ristrutturazione in casa, validi fino al 31 dicembre. Vediamo quali sono le agevolazioni previste. Il bonus ristrutturazioni prevede per tutto il 2018 una detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute per lavori di ristrutturazione, con un limite fissato a 96.000 € di spesa. Già nel 2019 la detrazione Irpef scenderà a 36% delle spese sostenute e il limite a 48.000 € per ogni unità immobiliare.

Ma quali sono i lavori per i quali spetta il bonus ristrutturazioni? Si tratta di lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuati su parti comuni di edifici residenziali, oppure interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia effettuati su singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e pertinenze. Tra gli esempi di lavori di manutenzione ordinaria oggetto di detrazione ci sono: installazione di ascensori e scale di sicurezza; realizzazione e miglioramento dei servizi igienici; sostituzione di infissi esterni e serramenti o persiane con serrande e con modifica di materiale o tipologia di infisso; rifacimento di scale e rampe; interventi finalizzati al risparmio energetico; recinzione dell’area privata; costruzione di scale interne.

L’ecobonus previsto dall’attuale Legge di Bilancio scende invece dal 65% al 50% per infissi, schermi solari, impianti di climatizzazione. Le caldaie di classe B, meno efficienti, escono dallo sconto; quelle di classe energetica A, invece, avranno uno sconto fiscale del 50% che sale al 65% se sono montati anche sistemi di termoregolazione evoluti come le valvole dei termosifoni.